forex trading logo


Contatti Analisi valute Come investire Mercati Finanziari

Segnalazioni

Home Analisi valute Trend valute Movimento di consolidamento per il cambio euro dollaro

Movimento di consolidamento per il cambio euro dollaro

PDF Stampa E-mail
Trading con Plus500 Ltd: * Trading indici | Conto demo trading | Inizia a fare trading | Trading Bitcoin Italia
*( Un trader con un conto Plus500 può negoziare CFD con strumenti finanziari sottostanti come Forex, Azioni, Materie Prime, Opzioni e Indici.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro a causa della leva finanziaria. 80,6% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre un alto rischio perdendo il proprio capitale).
Analisi valute - Trend valute
Scritto da Economic Research Banca Aletti   
Martedì 02 Agosto 2016 15:35

Cambio Euro Dollaro - trend forexDopo il vistoso rally dello scorso venerdì, che aveva condotto il cross euro dollaro a sfiorare la soglia di 1.12, corrispondente ai massimi del periodo post-Brexit, nella prima seduta della nuova settimana la tendenza così marcatamente direzionale si è quietata, lasciando ad un fisiologico movimento di consolidamento rispetto alle posizioni precedente acquisite.


L’euro si è quindi aggiustato un poco al ribasso, restando però in strettissimo range, saldamente sopra quota 1.11. Il mercato valutario è risultato quindi sostanzialmente insensibile alle sollecitazioni impartite dagli stress test sulle banche europee, il cui risultato è stato diffuso solo nella tarda serata di venerdì e che ha invece comportato fibrillazioni importante tra titoli delle aziende di credito sul comparto azionario.


A livello aggregato di Eurozona, il flusso di dati macroeconomici della giornata si è rivelato complessivamente di sostegno alla moneta unica, risultando incentrato sulla statistica relativa all’indice PMI del comparto manifatturiero, uno dei maggiori termometri della fiducia delle imprese industriali all’interno dell’Unione Monetaria. Pur flettendo debolmente rispetto alla lettura di giugno, che era stata pari a 52.8, la rilevazione di luglio, attestatasi a quota 52, risulta superiore per un decimo rispetto al dato preliminare (diffuso una decina di giorni fa) e saldamente superiore alla soglia chiave dei 50 punti che funge da spartiacque tra espansione e contrazione dell’attività economica.


L’euro si è apprezzato moderatamente anche rispetto alla sterlina, tornata in area 0.8460, sui minimi di circa tre settimane, mentre per quanto riguarda il cross euro yen la giornata di ieri è stata contrassegnata da movimento relativamente contenuto, dopo la forte escursione rialzista di venerdì riconducibile al mancato intervento espansivo della BoJ, che aveva prepotentemente deluso i mercati finanziari confermando tutti i parametri principali della politica monetaria nonostante gli incipienti segnali di debolezza congiunturale offerti dall’economia nipponica.


Stamane la banca centrale australiana ha ridotto i tassi per un quarto di punto al livello record dell’1.5%, facendo indebolire il dollaro australiano rispetto all’euro sino ad un massimo di 1.49, valore di picco sull’arco dell’ultimo mese.




Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Agosto 2016 16:02
 


Powered by Forex-online.it! Valid XHTML and CSS.

Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto
a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente
coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Forex-online.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione
ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento
o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitatore. Inoltre, Forex-online.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza
delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.