forex trading logo


Contatti Analisi valute Come investire Mercati Finanziari

Segnalazioni

Home Analisi valute Trend valute Dollaro spinto dai dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti

Dollaro spinto dai dati sul mercato del lavoro negli Stati Uniti

PDF Stampa E-mail
Trading con Plus500 Ltd: * Trading indici | Conto demo trading | Inizia a fare trading | Trading Bitcoin Italia
*( Un trader con un conto Plus500 può negoziare CFD con strumenti finanziari sottostanti come Forex, Azioni, Materie Prime, Opzioni e Indici.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro a causa della leva finanziaria. 80,6% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre un alto rischio perdendo il proprio capitale).
Analisi valute - Trend valute
Scritto da Economic Research Banca Aletti   
Lunedì 08 Agosto 2016 13:15

Forex trend dollaroI dati superiori alle attese relativi al mercato del lavoro negli Stati Uniti hanno offerto un impulso decisivo ed importante al dollaro, che ha immediatamente tratto beneficio dalla prospettiva di un tono congiunturale più alto per l’economia, con possibile riverbero anche sulle prospettive di politica monetaria della Federal Reserve.


La statistica relativa al numero di nuove buste paga create nel mese di luglio è infatti risultata di ben 75mila unità superiore al consenso, attestandosi a quota 255mila; contestualmente il dato del mese precedente è stato rivisto modestamente al ribasso a 259mila, da 265mila unità.


Peraltro, condizioni di forza generalizzata e di solidità del quadro occupazionale emergono trasversalmente dalle principali componenti dell’indagine sul mercato del lavoro, con il tasso di disoccupazione stabile sui minimi del 4.9% ed i salari in crescita congiunturale superiore alle attese.


A seguito del dato, un abbrivio quasi istantaneo e repentino ha portato la moneta statunitense a violare con decisione al ribasso quota 1.11, approdando sino in area 1.1070, corrispondente ai minimi dalla fine dello scorso mese di luglio. Quella di venerdì è stata in ogni caso la terza seduta consecutiva di rafforzamento del dollaro, che si è apprezzato praticamente nei confronti di tutte le maggiori controparti valutarie.


Significativo, in particolare, il guadagno della moneta USA contro la sterlina, penalizzata dal taglio del costo del denaro deciso nella giornata precedente dalla banca centrale inglese, sulla scia di attese congiunturali tutt’altro che favorevoli e come tali ampiamente divergenti rispetto a quelle statunitensi. Il cross dollaro-sterlina, che ancora giovedì segnava minimi intorno a 0.7490, è balzato sino a 0.7690, corrispondente al punto più alto dallo scorso 12 luglio.


Lo yen, invece, ha chiuso la settimana su posizioni di forza, conservando il potenziale di apprezzamento acquisito a seguito delle modifiche dell’assetto di policy domestico, con una BoJ meno proattiva rispetto alle attese ed una politica fiscale più lasca.




Economic Research
and Markets Strategy
Banca Aletti & C. S.p.A.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 08 Agosto 2016 13:24
 


Powered by Forex-online.it! Valid XHTML and CSS.

Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto
a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente
coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Forex-online.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione
ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento
o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitatore. Inoltre, Forex-online.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza
delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.