forex trading logo


Contatti Analisi valute Come investire Mercati Finanziari

Segnalazioni

Home Come investire Trading online Doppi o tripli minimi e massimi

Doppi o tripli minimi e massimi

PDF Stampa E-mail
Trading con Plus500 Ltd: * Trading indici | Conto demo trading | Inizia a fare trading | Trading Bitcoin Italia
*( Un trader con un conto Plus500 può negoziare CFD con strumenti finanziari sottostanti come Forex, Azioni, Materie Prime, Opzioni e Indici.
I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro a causa della leva finanziaria. 80,6% di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuta il funzionamento dei CFD e se puoi permetterti di correre un alto rischio perdendo il proprio capitale).
Come investire - Trading online
Scritto da Lorenzo Sentino   
Mercoledì 03 Luglio 2013 18:52

Resistenze e supportiIl mercato finanziario è governato da leggi e tendenze che si ripropongono sui vari titoli e che si possono studiare per piegarle a proprio favore. Come si è analizzato, il trend è la tendenza di un titolo - attestata in un certo lasso di tempo - ad aumentare il proprio valore o a perderlo. In maniera collegata all’analisi del trend, si possono riconoscere alcuni segnali del mercato che indicano il probabile calo o rialzo in sequenza del valore di un titolo, conseguentemente ad alcuni procedimenti psicologici ricorrenti dei traders.


Anzitutto il pensiero base è che, in caso di trend rialzista i livelli massimi e minimi sono crescenti, mentre nel caso del trend ribassista i grafici indicano livelli massimi e minimi in discesa. Conoscendo questo procedimento, gli operatori finanziari che notano un titolo in trend rialzista comprano e ricomprano per approfittare al massimo delle possibilità di guadagno.


Quando un’azione è acquistata da molti, dopo la salita dei prezzi, si assiste al calo dei prezzi dello stesso che rappresenta un ottimo momento per acquistare. Quando calano i prezzi in un trend rialzista, comunque la discesa non arriva al valore minimo precedente e quindi c’è sempre guadagno. In alternanza ci si deve aspettare che il trend riprenda vigore e di conseguenza i prezzi salgano nuovamente, superando anche i livelli massimi precedentemente attestati.


In un grafico questa tendenza rialzista appare come una linea che, tra alti e bassi, tende sempre verso l’alto (quindi ad avere sempre più valore e più possibilità di guadagno per chi acquista). La situazione inversa vede il trend ribassista, quindi graficamente una linea tendente verso il basso con conseguenti perdite rispetto al prezzo di acquisto del titolo.


Il mercato è però vario e talvolta le cose non si svolgono in maniera così lineare. Talvolta la tendenza subisce un’inversione e l’analista si ritrova a dover rimettere in gioco tutte le sue previsioni. Per proteggersi dalle improvvise inversioni di tendenza, il trader deve saper riconoscere le cosiddette “figure d’inversione” che sono dei comportamenti che si evidenziano nel grafico e che sono segnali d’allarme da non trascurare.
Il doppio e triplo minimo sono appunto le figure d’inversione più importanti e sono causati da ragionamenti psicologici ricorrenti dei traders che hanno poi dirette conseguenze sull’andamento di mercato.


Grafico doppi e tripli massimi con supporti e resistenze


Prendendo per esempio un trend ribassista, talvolta può accadere che - nel continuo discendere del valore di un titolo - ci sia un rimbalzo verso l’alto, seguito poi da una nuova discesa che non riesca a raggiungere i valori minimi precedentemente ottenuti. Questa è la condizione del doppio minimo. Dopo aver toccato due volte punti minimi, il titolo costa di meno e tornano a presentarsi gli acquisti che fanno risalire il valore del titolo, rompendo il massimo intermedioOvviamente la condizione inversa al doppio minimo è il doppio massimo ed ha anch'esso alla base motivazioni psicologiche.


Quando si acquista un titolo lo si fa ovviamente con la speranza di trarvi profitto, quindi prevedendo una tendenza rialzista. Può capitare però di acquistare un titolo ed assistere invece alla discesa del suo costo fin sotto al prezzo cui lo si è acquistato. In questa situazione, si attende il momento migliore per liberarsi del titolo in perdita. Per questo, non appena il titolo (tra gli alti e bassi del mercato) raggiunge nuovamente il prezzo cui lo si è acquistato, i trader tendono a rivenderlo per rientrare nella spesa contendendo le perdite (e non raggiungendo guadagni).


La maggior parte degli investitori potrebbero condividere la stessa mentalità e, per questo, vendendo tutti assieme causano una nuova discesa del valore del titolo. Ovviamente, non sempre s’innesca questo meccanismo, ma è una possibilità da tenere in considerazione. E’ determinante, per la possibilità dei massimi e minimi doppi, il numero d’investitori che si muovono nella stessa direzione.


Trading online volumi mercatiMettendo il caso che solo pochi compratori abbiano acquistato nel momento in cui un titolo aveva un prezzo alto e che, dopo la discesa, questi attendano lo stesso livello per vendere, la loro cessione di titoli potrebbe essere comunque bene ammortizzata nel caso di un buon numero di acquisti. Quando sono di più le persone ad acquistare, il valore del titolo sale, viceversa se sono di più quelle a vendere il valore del titolo crolla.
Questo numero d’investitori che segue una stessa strategia psicologica viene in gergo definito “volume”. E’ importante sapere quanti sono gli investitori che hanno in portafoglio un dato titolo, così da prevedere con quale velocità ed in quale direzione potranno andare le prossime inversioni di tendenza.


Assieme a questo concetto di volume, sono stati teorizzati quelli di supporto e resistenza. Quando gli scambi tra volumi superano la media degli scambi precedenti, si parla di punto di resistenza ossia di un livello che arresta momentaneamente la tendenza rialzista (creando molti doppi massimi).
Il punto di supporto avviene, invece, quando la discesa dei prezzi si sospende momentaneamente e si hanno doppi minimi. Quando queste operazioni accadono fino a tre volte nel mercato finanziario, si chiamano tripli, massimi o minimi, a seconda dei casi.


Per provare questo tipo di analisi, o semplicemente per prendere dimestichezza con un sistema demo gratuito, Plus 500 potrebbe essere un buon punto di inizio:

Plus500

 

Argomenti economico-finanziari correlati Argomenti correlati:

  1. Le basi de trading finanziario
  2. Il trading "alla giornata" ed il "compra e spera"
  3. Doppio e triplo minimo e massimo
  4. Trednline: i canali dei prezzi
  5. Envelopes e Bande di Bollinger

Lorenzo Sentino
Trader indipendente
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Lunedì 21 Marzo 2016 18:42
 


Powered by Forex-online.it! Valid XHTML and CSS.

Avviso importante sui rischi: le opzioni, il forex o gli altri strumenti finanziari offrono grandi possibilità di profitto, ma anche molti rischi. Per questo motivo il trading non è adatto
a tutti gli investitori; prima di compiere qualsiasi operazione, investimento o deposito di denaro, è necessario comprendere appieno sia le potenzialità che i rischi. Bisogna essere pienamente
coscienti delle potenziali perdite, per evitare sgradevoli situazioni. Tutte le informazioni contenute su Forex-online.it sono fornite a solo scopo informativo e non costituiscono sollecitazione
ad investimenti di qualsiasi genere. Non siamo un broker, una banca, una società d'investimento o un intermediario finanziario e non forniamo alcun servizio finanziario, d'investimento
o di trading, pertanto, non ci riteniamo responsabili per qualsiasi eventuale perdita subita dal visitatore. Inoltre, Forex-online.it non garantisce dell'accuratezza o della completezza
delle informazioni fornite, e non si ritiene responsabile per qualsiasi errore, omissione o imprecisione.